TinyDropdown Menu

12 settembre 2017

Il mio 11 Settembre 2001

11 Settembre 2001 New York



L'11 settembre 2001 ha il potere di far ricordare a tutti dove si trovassero. 

Un potere tipico delle giornate importanti nel bene e nel male. L'11 settembre 2001 avevo mangiato con mia mamma e poi avevo preso il motorino direzione Stadio Olimpico. Era una giornata felice, una di quelle con il pranzo lasagna e pastarelle e poi... poi la sera la mia Roma avrebbe giocato contro il Real Madrid. All'epoca ero una delle hostess della società giallorossa.
Quindi, anche se la partita si sarebbe giocata alle 20.45, io ero convocata alle ore 15.00. Ingresso in curva nord, spogliatoi e divisa pronta ed emozionata.
A un certo punto, proprio quando stavo per essere assegnata alla tribuna Montemario laterale, mi telefona Carlotta e mi fa con il suo tono spiccio e un po' agitato:
"Chià 'ndo stai?"
E io senza capire il perché della sua agitazione: "sto allo stadio..." rispondo. 
"Torna a casa subito, hanno buttato giù una delle Torri Gemelle!"
A queste parole la mia mente si annebbia. Penso prima a uno scherzo, poi alla terza guerra mondiale... mi sento come in un film americano alla Independance Day e mi esce solo la frase : 
" che cazzo stai a dì???"
Da quel momento in poi le notizie si sono susseguite e la seconda torre è caduta giù dopo pochi minuti. Era chiaro a quel punto che si trattava di un attentato e non di un incidente. Ci siamo sentiti persi anche quando tutto è proseguito come se niente fosse: squadre in campo e sguardi verso il cielo con un solo pensiero " e se cade un aereo anche qui?" "E se ci ammazzano tutti?"
Una domanda che da quel giorno si è trasformata in angoscia, in incubo e in realtà. Ci avrebbero ammazzato tutti piano piano, se non fisicamente nello spirito.
Non me lo ricordo più com'era prima , prima di quei due aerei... prima che qualcuno mettesse in discussione le nostre vite in qualsiasi momento e in qualsiasi paese.
L'11 settembre 2001 mi sono svegliata felice. 
Sembrava una bella giornata di sole, una di quelle in cui gioca la Roma, una giornata come tante che può sconvolgere la tua vita.

11 Settembre 2001: AsRoma - RealMadrid

26 agosto 2017

Francesco Totti. L'addio.

90 giorni dopo Totti si torna allo Stadio Olimpico

 

Anno 2017 - 90 giorni D.T. (Dopo Totti)

Sono passati 90 giorni, 90 come i minuti di una partita e 90 come la "paura" e finalmente sono pronta a scrivere. 
Fino a oggi non ci sono riuscita perchè quando si tratta di sentimenti tutto diventa molto complicato. 
Parlare di Francesco Totti è qualcosa di meraviglioso e tragico insieme, di talmente meraviglioso e tragico che contempla la catarsi e la catarsi richiede: immedesimazione e purificazione allo stesso tempo. 
Bisogna essere pronti per passare attraverso il dolore e arrivare a purificarsi. Credo di esserlo finalmente. Credo di avere ancora un po' di paura proprio come il mio Capitano ma oggi tornerò allo Stadio Olimpico dopo il 28 Maggio e tutto sarà diverso.
C'ero quella domenica in cui Francesco ha fatto l'ultimo giro di campo e c'ero anche il 17 Giugno 2001, data dello scudetto e unica domenica degli ultimi anni in cui ho visto stipata tanta gente quanta quella del 28 Maggio.
Francesco Totti non è morto (per fortuna!) è semplicemente cresciuto, allora perchè abbiamo pianto così tanto? 
La gente è questo che si chiede. La gente che non ama il calcio eppure si era commossa davanti alla tv. A spiegare il fenomeno Totti sono stati in molti: giornalisti, professionisti della parola e dello sport. Ognuno ha usato aggettivi, ha raccontato anedotti e storie per definire Francesco Totti una leggenda, il numero 10 più importante degli ultimi decenni, uno che nasce ogni 50 anni. 
Quella domenica sono tornata a casa in uno stato emozionale davvero confuso ma poi è accaduto qualcosa che mi ha fatto capire chi è stato ed è Totti per me. 
All'improvvisto il mio cellulare ha inziato a funzionare di nuovo. Così ho ricevuto una serie di messaggi da amiche che con il calcio non hanno nulla a che fare.
Da Monza mi ha scritto Beatrice "Oggi come non pensarti" e poi da Roma Michelangela "Ti sono vicina in questa giornata...basta guardare la mia foto del profilo (Totti), sto consolando Edo (il marito) comunque il Capitano è proprio un grande!!!"
E ancora un messaggino da Verona da parte di mia cugina Sara: "Forza Chiara !" e poi Patricia,  un'amica brasiliana sposata con Zitto, grande romanista, che mi ha inviato una foto sua e della piccola Lea, 6 mesi, con una maglia giallorossa con su scritto: Vi ho purgato ancora!
Sono arrivati uno dopo l'altro, come pillole d'amore, come caramelle, da ogni parte d'Italia e del mondo. Si perchè anche Raquel e tutta la mia "famiglia spagnola" hanno mandato messaggi di amore e riconoscenza al mio Capitano. Da Londra la romanista Valentina mi ha scritto emozionata e commossa.
Dolci pensieri per me perché tutti sapevano che l'addio di Francesco Totti era anche un po' l'addio di uno di famiglia per me e per tutti i romanisti che quella sera dentro lo stadio erano una sola persona. Il vero miracolo è stato proprio quello.
Francesco Totti è stato amico di tutti noi, ci ha accompagnato in ogni giorno della nostra esistenza dall'adolescenza alla maturità; ci ha portati per mano tenendoci stretti tutti insieme come si fa nelle famiglie. 
Da quell'addio tante volte ho messo le dita sulla tastiera per cercare di mettere in ordine le parole, per tentare di esprimere il mio sentimento su un Campione che ho avuto la fortuna di conoscere e veder giocare. Tutto mi sembrava retorico e privo di senso. Così ho deciso di smaltire quel concentrato di emozioni e di restare a guardare dove voleva andare Francesco.
Come una mamma guarda i figli imparare a camminare, così ho voluto prendere la giusta distanza e controllare che tutto procedesse e alla fine mi sono accorta che stavo solo aspettando che mi facesse strada, che mi dimostrasse che "si doveva fare" anche senza di lui.
Quando si scrivono storie per il cinema o per la tv o per l'editoria, beh un bravo scrittore sa esattamente dove il suo eroe deve andare. Deve fare delle scelte e poi può rischiare una ricaduta ma alla fine, se il tipo di storia che stai scrivendo è una commedia (e a mio avviso per Totti non può essere altrimenti) , allora sai che il tuo protagonista avrà fatto la scelta giusta, anche se può incontrare qualche difficoltà alla fine andrà tutto bene.  
Così Francesco ha continuato la sua vita lontano dal prato verde, sempre con il suo "migliore amico" il pallone attaccato al piede, prima su una spiaggia greca e poi tra uno yacht e un altro nel bel mare di Ponza con un lancio che ha fatto il giro del web.
L'ho visto mancare il primo ritiro estivo con l'As Roma degli ultimi 25 anni e non partire per la tournée americana. L'ho visto indossare giacca e cravatta seduto in tribuna a Verona per la prima di Campionato e poi volare come rappresentante dell'As Roma per il sorteggio Champions dove ha ritirato anche un premio speciale alla sua carriera e alla sua fedeltà a un solo club.
L'ho visto prendere le misure con quella che è la sua nuova vita e credo che inizi a piacergli. Così se piace a lui credo che anche a tutti noi può iniziare a piacere.
Andrò allo Stadio Olimpico oggi per la prima di Campionato 2017 - 2018 in casa contro l'Inter di Spalletti.
In pochi mesi ci sono stati tanti cambiamenti. Non ci sarà Totti in campo e Spalletti siederà sulla panchina della squadra avversaria.
Tuttavia questa sera sarò al mio posto, ingresso 15, Curva Sud per tifare As Roma più forte di prima perchè non cambia tutto, alcune cose non cambiano mai.
In campo scenderà un nuovo Capitano: Daniele De Rossi. Non ci sarà nessun numero 10 e anche se sono pronta ad affrontare questa nuova Roma senza Francesco Totti credo di avere un po' paura ma imparerò... imparerò.

24 luglio 2017

Excellence FoodBall Cup&Pizza con le Stelle e ...con me!

Excellence FoodBall Cup&Pizza con le Stelle

Quante parole che mi piacciono in una riga sola! Food, tanto per dire la prima, che per questa occasione va a braccetto con Ball, dando vita a un neologismo che racchiude due dei divertimenti a me più congeniali "mangiare" e "pallone". Non una semplice partita ma un trofeo, la prima edizione di un trofeo, dedicata al cibo e a chi lo trasforma da morte in vita ossia "i cuochi"; a chi lo serve per far gioire i palati "la sala" e a chi lo comunica perché il cibo è esso stesso vita "la stampa". 
Le altre due parole sono Pizza  (e che pizza!!!) e Stelle (alzi la mano chi di voi non le adora?)

Ma veniamo al dunque: di che cosa stiamo parlando? 

Si tratta di una serata organizzata da Excellence che si candida a diventare l' Evento Gourmet dell'Estate 2017
Già la location è esclusiva, stiamo parlando dell'Orange FutbolClub di Roma se poi ci aggiungiamo una serata con la prima edizione della FoodBall Cup” e la Pizza d'Autore converrete con me che la serata non può altro che definirsi ghiotta. 

Della serie "prima il dovere e dopo il piacere" Excellence Foodball Cup è la prima competizione nel mondo del food basata sulla performance fisica prima della magna gaudia, la grande gioia ossia quella di mangiare! 

Ad affrontarsi saranno quattro squadre, tre professionalità diverse del settore enogastronomico, una ospitante del Futbol Club, due campi da calcio, incontri da 30’, sorteggi casuali ed 1 solo trofeo! 
A scendere in campo saranno Chef e Chef stellati, uomini di Sala, Stampa Enogastromonica e Soci del FutbolClub per vincere la Prima Coppa del Torneo di FoodBall targato Excellence.

I Giocatori Delle Squadre


Alla Prima Excellence FoodBall Cup prenderanno parte anche famosi l’ex giocatori della A.S. Roma come Stefano Desideri ed ex giocatori della S.S. Lazio come Fortunato Torrisi e Bruno Giordano che andranno a rafforzare le fila delle 3 squadre enogastronomiche.
Tra i giocatori nella squadra Cucina, sponsorizzata da “Birra del Borgo, troviamo gli Chef Stellati Giuseppe di Iorio (Aroma / Doppio - Roma), Angelo Troiani (Il Convivio - Roma), Alessandro Narducci (Acquolina - Roma) e Lele Usai (Quarantunododici e Il Tino - Fiumicino); nella squadra Sala, sponsorizzata dalla Scuola di alta formazione di sala “Intrecci”, Enrico Camelio (Docente, f&b manager e Direttore operativo del “Caffè Propaganda” - Roma) e Valerio Salvi (Direttore e Sommelier della “Taverna Cestia” - Roma); nella squadra Stampa e Operatori del Settore, sponsorizzata da “CULTO”, Gianluca Pacella (Agroalimentari News), Luca Sessa (iFood) e Fabio Carnevali (Mangia&Bevi), Alberto Bloise (Cultivar - Creative Studio & Press Agency) e Alberto Blasetti (LifeStyle & Food Photographer); mentre la squadra ospitante, sarà sponsorizzata dalla nota concessionaria automobilistica Hauswgen.

Allenatori e Madrine

 

A dirigere le squadre in campo ci saranno dei Mister d’eccezione e delle Madrine d’onore ed è qui che faccio il mio ingresso. 

Nella squadra Cucina il Coach per una sera sarà Marco Lombardi (Giornalista de “Il Messaggero” e docente universitario in Cinegustologia presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli) e la madrina sarò io! Ossia Chiara Maria Gargioli (Giornalista, speaker radiofonica, blogger di “Tacco 12cm” e autrice della rubrica "Il Diario della Tifosa"). 
La Madrina della squadra Stampa e operatori del settore, allenata e coordinata da Giuseppe Garozzo Zannini Quirini (Food writer e sommelier), sarà invece l’eclettica Nerina Di Nunzio (Direttore dello IED - Istituto Europeo di Design di Roma e fondatore di Food Confidential) mentre sulla panchina della squadra della Sala sederà Jerry Bortolan (Reporter, giornalista di viaggio e enogastronomo), mentre Claudia Deb (Giornalista presso “La Madia Travelfood”) ne farà da Madrina. 

Per quale squadra dunque dovete tifare?????


Ma veniamo alla seconda parte della serata... dopo la Premiazione Ufficiale con tanto di Coppa seguirà un altro match meritevole di speciale menzione: PIZZA CON LE STELLE. A scendere in campo saranno:  Pier Daniele Seu (Pizzeria del “Mercato Centrale” - Roma e Firenze / Pizzeria “Plinius” - Ostia) e Ciro Salvo (Pizzeria “50 Kalò” / “50 Panino” - Napoli). 
Non si prenderanno a pallonate ma pizze! 
Pizza Show a 4 mani tra ROMA & NAPOLI presentato da un appassionato quartetto d’eccezione di stampa enogastronomica: Luca Sessa, Andrea Febo, Sara De Bellis e Luciana Squadrilli.

Seu & Salvo, pizzaioli molto noti, si sfideranno in un creativo e interessante match sul tema "pizza" attraverso: 4 ricette,  2 tradizionali e 2 creative, realizzate con materie prime, cotte nei forni a legna firmati Valoriani, e con il supporto per la mise en place di Pentole Agnelli; entrambi sponsor tecnici d'eccellenza dell’evento.
In abbinamento ci saranno i vini di Falesco, la birra artigianale di Birra del Borgo e gli estratti di frutta e verdura di Fresssco distribuiti da Culto.

Ma non è finita qui! 


Infatti la serata sarà arricchita da una piccola delegazione di Food : dai ricercati Cocktails preparati per l’occasione dallo staff di Mercerie, il nuovo concept di high street food firmato Igles Corelli che debutterà quest’estate a Roma con la prima apertura a Largo Argentina, fino a Pret-à-Polpett, che allieterà i palati con un piatto legato alla tradizione, le polpette; ci sarà Il Maritozzo Rosso, il classico dolce romano in versione panino gourmet; e ancora Fritto Dorato che proporrà dalla classica frittura di mare, alle verdure in pastella, alle birbe di pollo e alle olive ascolane; per finire sarà presente anche Jolly Roger, un fiat 238 che offre una cucina fresca, creativa, vegetariana e eco-friendly. 
Per i più golosi, invece, il truck di Girogelando, la prima gelateria artigianale itinerante e completamente ecologica d’Italia.

Riassumiamo dunque questa serata stellata? 

Qui sotto tutte le coordinate per non mancare. Vi aspetto!!!

LOCATION: ROMA – Orange FutbolClub, Viale degli Olimpionici,71 

DATA: Martedì 25 luglio 2017 ore 19:00 TORNEO di FOODBALL ore 20:30 PIZZA CON LE STELLE 

INGRESSO 15 - L’ingresso all’evento dà diritto a: Pizza show con Ciro Salvo e Pier Daniele Seu / Degustazione di 4 spicchi di Pizza tradizionale e creativa Napoli – Roma / 1 calice di vino Falesco/ 1 bicchiere di birra artigianale Birra del Borgo / 1 estratto di Fresssco - Dj Set sotto le stelle.

Le consumazioni ai Food Trucks e i Cocktails saranno a pagamento mediante cambio moneta ai punti Desk/ Cassa e l’acquisto di un carnet da 10che comprende 3 consumazioni dal valore di 3 euro ciascuna e una bottiglietta d’acqua. 

Il prezzo di ciascuna degustazione sarà a discrezione dei singoli espositori. 

06 luglio 2017

Bererosa, questa sera a Roma

Bererosa oggi è di scena a Palazzo Brancaccio, Roma. Io ci sarò e voi? 
E' l'evento che apre l'Estate romana e lo fa con wine e food. Unico, o quasi, evento dedicata ai vini rosè. 

Bererosa 2017 I foto tratta da Cucina&Vini


L'evento


Bererosa è l'evento per le persone glamour, fashion e per le tacco12cm addicted soprattutto! 
Quindi fatevi trovare tra le 17.00 e le 23.00, se appartenete alle categorie soprascritte, perché ci saranno tutti ma proprio tutti a degustare la maggior parte dei fermi e degli spumanti rosè d'Italia nella serata organizzata dalla rivista ‘Cucina & Vini’

I numeri dell'evento sono indicativi della sua portata: 
- 95 aziende protagoniste 
- oltre 200 etichette
4 postazioni per gli amanti più del food che del wine. Si tratta di Meglio Fresco Pescheria, Il Maritozzo Rosso, La Bottega dell’Oliva Ascolana e Le Strade della Qualità con una selezione di salumi e formaggi.
- ci saranno gli oli extravergine della XXV edizione dell’Ercole Olivario (il concorso dedicato alle eccellenze olivicole del Bel Paese) nelle otto postazioni open air allestite nel giardino della dimora ottocentesca.

LE AZIENDE

Per gli appassionati ecco nel dettaglio le aziende vitivinicole partecipanti da tutta Italia: dalla Puglia (16 cantine socie del Movimento Turismo del Vino Puglia) alla Lombardia, dal Trentino all’Abruzzo, per le zone dei rosati sono molte e vanno dal nord al sud. 
Basti pensare che l'Italia ricopre il 9% della produzione mondiale con 2,1 milioni di ettolitri e che in rete, secondo i dati di Tannico (il grande portale del vino), sempre più sono gli acquirenti con buone performance di vendite online per i vini made in Puglia (17%), Sicilia (14%), Abruzzo (11%), Sardegna e Alto Adige (9%), Lombardia e Toscana (8%) e Campania (4%).

Proprio per questo motivo nasce Bererosa qualche anno fa, per promuovere questi vini ricchi di potenzialità già comprese all'estero e non ancora in Italia. 

"Infatti ancora oggi il rosato fatica per esempio ad essere presente in maniera capillare nelle enoteche e nelle carte dei ristoranti nazionali. Eppure, avanza il livello di gradimento tra i Millennials e tra i social addicted che si informano su Internet, condividono, twittano e esprimono opinioni a colpi di like e hashtag all’insegna del rosa”

avverte il direttore di Cucina & Vini Francesco D'Agostino (che ho intervistato per SlashRadio il giorno 23 giugno 2017 al minuto 28 circa


Bererosa 2017 e voi quale rosè siete? 


PREGI DEI VINI ROSE'

Se qualcuno si stesse domandando quali sono i pregi dei vini rosè ecco qui qualche buona risposta. 
Intanto i rosè sono vini che hanno forte personalità, la destagionalizzazione, l’orientamento verso un orizzonte sempre più unisex, la sua capacità di adattarsi a tutto pasto


Penso proprio ci sia tutto, manca solo un particolare: il dresscode che sarà rosa ovviamente! 
Come recita il profilo fb dell'evento: Bererosa è un festa, attesa, colorata e movimentata! Lo scorso anno hanno partecipato 3500 persone, quest'anno scommettiamo che saremo di più?


Per ulteriori informazioni di seguito la pagina ufficiale dell'evento per scoprire tutte le aziende presenti : https://www.cucinaevini.it/bererosa-2017/




Bererosa

6 luglio I Palazzo Brancaccio, Via del Monte Oppio, 7 - Roma Orari: h 17/23 I Costo ingresso: € 15 (include calice e sacca porta bicchiere) I Costo ingresso ridotto per i sommelier regolarmente associati (Ais, Ars, Fis, Fisar, Onav): € 10 I Per usufruire della riduzione sarò necessario esibire la tessera associativa in biglietteria.

28 giugno 2017

We Love Tasting Umbria : Orvieto 29 giugno - 2 luglio 2017

We Love Tasting Umbria, nella bellissima Orvieto


Dal 29 giugno al 2 luglio 2017 Orvieto è pronto per ospitare We Love Tasting Umbria

Un evento targato Excellence nato per celebrare e valorizzare il patrimonio enogastronomico dell'Umbria. E chi se lo vuole perdere?  
La quarta edizione dell'Orvieto Tango Festival dunque non sarà solo ballo e musica ma anche cibo e vino
Tra un passo e l'altro di danza si passerà trai banchi di degustazione dei vini Consorzio Vino Orvieto e si scivolerà nei Cooking Show di chef di alto livello, fino a volteggiare nei laboratori sensoriali per i bambini e cedere con tutti i sensi ai Blind taste e ascoltare Masterclass  su vino e birra, Convegni e Focus su Marketing e Territorio, Comunicazione e Accoglienza. 
Tra gli ospiti di indubbio spessore si segnala la presenza di Nerina Di Nunzio, direttore dello IED - Istituto Europeo di Design di Roma e fondatore di Food Confidential e Antonio Paolini, nota firma de L'Espresso. Ci sarà Donatella Cinelli Colombini, Presidente dell'Associazione Nazionale "Le Donne del Vino"  e  il Presidente del "Consorzio Vino Orvieto" Vincenzo Cecci

Cooking Show - gli Chef 

I numeri da tenere a mente sono : 4,questi i giorni in cui si svolgerà We Love Tasting Umbria e poi 19, questo il numero degli Chef che delizieranno i palati di quanti avranno la fortuna di partecipare a questa prima edizione. 
Lo Chef Ambassador della Regione e della città di Orvieto sarà Paolo Trippini del Ristorante Trippini a Civitella del lago e del Ristorante Trippini presso La Badia all'interno della suggestiva abbazia dei Santi Severo e Martino. E' qui che lo Chef crea e porta in tavola piatti come Bosco Umbro, un mix innovativo e ricercato che però non perde di vista la territorialità e la tradizione. 
Dalle Marche segnalo la presenza di Nikita Sergeev de L'Arcade di Porto San Giorgio mentre dalla Toscana arriva direttamente da La Terrazza del Chiostro lo chef Alessandro Rossi. 
Da Roma un importante sostegno quello di Fundim Gjepali de l'Antico Arco a Porta San Pancrazio e Paola Colucci del sempre più in voga Pianostrada, nato come laboratorio e diventato una realtà sempre più importante della ristorazione romana. Fabrizio Sepe del ristorante Le Tre Zucche è ormai una certezza così come Roberto Campitelli de L'Osteria di Monteverde reduce del recentissimo premio conferito dal Gambero Rosso all'Osteria sua e di Fabio Tenderini per miglior "rapporto qualità - prezzo". 
Altra novità sempre meno novità quella di Osteria Fernanda e della bravura del suo chef Davide Del Duca che arriverà in quel di Orvieto anche lui da Roma con altri colleghi autorevoli come Giovanni Cappelli di Le Tamerici e, una conoscenza a me nota che merita un abbraccio virtuale Raffaele De Mase ora al Rome Marriot Grand Hotel Flora ma prima all'Osteria 140
Ma gli chef non finiscono qui... la lista è lunga : felice anche di segnalare la presenza di Marco Claroni di Osteria dell'Orologio, un piccolo miracolo di ristorante in quel di Fiumicino e poi Antonio Magliulo La Posta Vecchia di Ladispoli e Laura Marciani del Ristorante degli Angeli di Magliano Sabina. Anche la Campania sarà presente con Faby Scarica di Villa Chiara Orto e Cucina di Vico Equense. 
Spazio anche per alcuni ospiti d'onore: Gianluca Renzi, pupillo di Heinz Beck del Castello di Fighine ; Iside De Cesare della Parolina di Trevinano; Giuseppe Di Iorio del ristorante Aroma di Palazzo Manfredi con affaccio direttamente sul Colosseo e Paolo Gramglia chef del President di Pompei. Per concludere Katia Maccari, guida e anima del ristorante 
I Salotti del Patriarca di Chianciano Terme, una stella Michelin.


Il logo di We Love Tasting Umbria - Orvieto 2017



TANGO FESTIVAL 

Per chi ama il ballo imperdibile il Tango Festival, giunto alla IV edizione. 
Saranno 6 le coppie di ballerini di fama internazionale a far sognare chi li ammirerà ballare, si tratta di Alberto Colombo (anche direttore artistico) e Celine Ruiz, Adriel Bournissen e Sole Mallo, Gianpiero Galdi e Maria Filali, Simone Facchini e Giaioia Abballe, Eloy Octavio Souto e Laura Elizondo, Bruno Ciarfella e Alessandra Moro.  
Altra novità di questa edizione sarà l'anteprima dello spettacolo “Rojo Tango Show”, che andrà in scena al teatro Mancinelli.  
Saranno loro i protagonisti dei pomeriggi e delle serate di piazza Duomo che sarà aperta al pubblico gratuitamente dalle 19,00 alle 21,30 di venerdì 30 giugno, sabato 1 e domenica 2 luglio. 
La musica, rigorosamente dal vivo, sarà affidata all'Orchestra Solo Tango: il 29 giugno suonerà al Teatro Mancinelli, mentre il 30 giugno e il 1 luglio concerto in Piazza Duomo a partire dalle 22,00. 
Milonghe durante il giorno e la notte, nelle suggestive location di Piazza Duomo, dove sarà allestito il villaggio dedicato al tango, oltre Chiesa S. Giacomo e il Palazzo del Capitano. 
Il Festival è organizzato dalla scuola Alice Tango di Orvieto, scuola di tango argentino insieme al Comune di Orvieto.


I LUOGHI DI WE LOVE TASTING UMBRIA 

Cartina alla mano ecco a voi dove dovete andare per poter godere a pieno di We Love Tasting Umbria: il Teatro Mancinelli, dove si svolgerà la serata inaugurale, il Palazzo del Capitano del Popolo, dove si terranno i Convegni, e la Chiesa di San Giacomo, dove troveranno un’inedita cornice i Cooking Show, le Degustazioni dei Vini del Consorzio Orvieto, i Laboratori e le Masterclass sulla birra artigianale con Birra del Borgo ed un Contest sull'Olio Evo coordinato da Diana De Santis, Docente e Responsabile del Laboratorio Sensoriale didattico della Facoltà di Agraria dell’Università della Tuscia.


Segnate l'indirizzo e lasciate travolgervi dal gusto e dalla tradizione. 

WE LOVE TASTING UMBRIA 
29 giugno e 2 luglio 2017 - info: www.orvietocentro.it/eventi



24 maggio 2017

L'aperitivo a Roma è Cool con i TheGiornalisti e con il gelato multietnico firmato Andrea Fassi e Chef Rubio

Andrea Fassi e Chef Rubio insieme per il progetto #ONETASTE ESQUILINO. 

Se siete a Roma non abbiate dubbi oggi è domani due iniziative very very cool che Tacco12cm non poteva far passare inosservate.

Iniziamo dal Mad Tea Happy Hour powered by Nastro Azzurro , appuntamento ormai consueto presso il gazebo di Via Veneto dell'Hard Rock Cafe che oggi 24 maggio si trasforma nel tempio del rock. 
Infatti ad animare la festa ci saranno:  Marco Rissa dei The Giornalisti in consolle e Giorgio Chiarello, tra i migliori flair bartender italiani. L’happy hour solo per oggi durerà fino alle ore 21.00.


Dalle 19 la musica di Marco Rissa farà da "ambient" al vostro aperitivo ricco di  Infusions a firma di Giorgio Chiarello. Gli amanti dei cocktails resteranno molto soddisfatti dalla selezione dalle esclusive infusions a base di Nastro Azzurro, birra, prosecco e vino. 

Il Mood

Nel Mad Tea Happy Hour powered by Nastro Azzurro dell’Hard Rock Cafe però nulla è come sembra. 
L’allestimento ricrea una celebre scena di Alice in Wonderland ma nelle teiere si trovano i cocktails, la birra o il vino e nelle classiche alzatine nachos e salsa al posto dei biscotti. Un mix tra fantasia e realtà infatti troverete frasi e cartelli con folli indicazioni per sentirsi davvero immersi nel mondo magico di Alice nel Paese delle Meraviglie.
E’ possibile acquistare i drinks con la formula 2 al prezzo di 1.Tutti i drinks vengono accompagnati da nachos e salsa. A voi il divertimento e il gusto di assaporare esperienze di sapore. 

Basta perdere tempo se la voglia vi stuzzica ecco qui come partecipare, scrivete o telefonate subito a: Info e prenotazioni: 06/4203051; rome_sales@hardrock.com




SANPIETRINO EDIZIONE SPECIALE 


Un'altra iniziativa però voglio segnalarvi. Se oggi proprio non sarete fortunati nessuna paura, altrettanto glamour e altrettanto cool sarà l'incontro tra Andrea Fassi, Ceo dello storico marchio di gelati, e lo Chef Rubio (al secolo Gabriele Rubini) : cosa combineranno insieme ? 

#ONETASTEESQUILINO


Chef Rubio e Andrea Fassi si uniscono per realizzare un progetto food di educazione sulle differenze culturali rivolto alle scuole di Roma e lanciano un’edizione speciale e limitata del celebre semifreddo Sanpietrino
I proventi della vendita di beneficenza saranno destinati al centro di aggregazione del Cies “MaTeMù”.

Il progetto si chiama proprio : #ONETASTE ESQUILINO, nasce nel cuore del rione XV, quello più multietnico della Capitale e punta a promuovere la conoscenza dell’altro attraverso buone pratiche dell’alimentazione, elemento necessario se si vuole favorire la cultura dell’integrazione, e quindi dell’accoglienza. Perché la vera  ricchezza si trova nelldifferenze culturali. 

Lo fa attraverso il Sanpietrino, prodotto di punta della gelateria Palazzo del Freddo di Giovanni Fassi, ispirato alle pietre della pavimentazione romana.

Per Chef Rubio e Andrea Fassi il cibo è un veicolo per emozionarsi e per condividere l'emozione senza discriminazioni.  Per questo hanno usato il Sanpietrino trasformandolo in tante varietà atte a insegnare ai ragazzi delle scuole, la cultura dei vari paesi attraverso gli ingredienti che ogni Sampietrino interpreterà.  I Sampietrini saranno abbinati a culture diverse da quella italiana ma facenti parte della stessa, un gioco di gusto che porterà i ragazzi a confrontarsi sulla riconoscibilità delle varie cucine etniche racchiuse in quello che per eccellenza è un dolce romano. Un'idea ambiziosa che passa per il palato. 

La lezione-degustazione di Sanpietrini 



La mattinata del 25 Maggio dalle 9:30 alle 13:30 circa, sarà dedicata alle scuole, che aderiranno su prenotazione;il progetto ha ottenuto il patrocinio del Municipio I Roma Centro.
Il pomeriggio, dalle 15 alle 19, Chef Rubio e Andrea Fassi accoglieranno la cittadinanza e il mondo dell’associazionismo, che potranno aderire attraverso prenotazione.
 Dalla data del 25 maggio, per tre settimane, le scatole di Sanpietrini speciali saranno messe in vendita in edizione limitata e i proventi devoluti in beneficenza a MaTeMù, il Centro di Aggregazione Giovanile del CIES aperto nella zona dell’Esquilino, un luogo in cui i ragazzi di tutte le culture e provenienze possono esprimere la propria creatività, trovare ascolto e sostegno, dove le differenze sono valori e stimoli per migliorarsi.

In particolare, i proventi andranno a finanziare l’area di programma di MaTeMù per la gastronomia interculturale con “Altrove”, il ristorante dove lavorano i ragazzi del centro e che si trova in via Girolamo Benzoni 34, nel cuore del food district di Roma Ostiense.

#ONETASTEESQUILINO : 00185 – Roma – via Principe Eugenio, 65-67/A – Tel: +39 064464740 – Fax: +39 0649383354 – e-mail: fassitour@gmail.com


Andrea Fassi e Chef Rubio per il progetto #ONETASTE ESQUILINO



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...