TinyDropdown Menu

31 gennaio 2019

Maldive con gusto. Intervista con Mohamed Riyaz

Lo chef del Furaveri island resort Mohamed Riyaz 

Che le Maldive sia uno degli arcipelaghi tra i più belli del mondo non ci sono molto dubbi, ma è anche il più buono?
Quando ammiriamo le foto dei fortunati che possono permettersi un viaggio nelle acque trasparenti e vivono giornate intere distesi sulle spiagge bianche con le palme in ogni dove, avete mai fatto caso se oltre al latte di cocco i fortunati viaggiatori degustano qualcosa di più succulento? Sapete per esempio cos'è uno Chef Garden?
Nella mia vacanza in quel Paradiso perduto me lo sono domandato e, soprattutto, l'ho domandato domandato all' executive chef  del Furaveri Island Resort & Spa : Mohamed Riyaz . Leggete pure quello che mi ha detto qui:

https://www.foodconfidential.it/restaurant/maldive-parte-i-viaggio-nel-gusto-con-lo-chef-riyaz/

Maldive, la colazione al Furaveri Island Resort&Spa 

31 dicembre 2018

Il 2018 in libri: un anno e tante storie.



Tutti i libri letti nel 2018, i consigli di tacco12cm

Quando il 31 Dicembre si fanno dei bilanci è necessario partire dalla lista degli obiettivi che ci si è posti di realizzare all'inizio dell'anno. Uno dei punti che mi ero prefissata di realizzare era: leggere di più, farlo con ognuno dei supporti di cui si può godere ossia libro, audiolibro ed ebook. E la notizia è che l'ho fatto! Mi ritengo decisamente soddisfatta.
Da Gennaio a oggi ho scritto i titoli dei libri letti e degli autori. L'ho fatto per darmi una discipilina, per ricordarmi i mondi in cui sono stata trasportata, per raccontare a voi di storie nelle quali vi consiglio di tuffarvi per godere di ore di leggerezza o di adrenalina, di fantasia e romanticismo, di storia e di relax. 
I libri hanno questo effetto, trascinarti lontano in epoche e posti. Vi trasportano come un viaggio quando si è costretti a rimanere fermi per lavoro o pecunia di finanze. 
Alcune letture sono state dettate dal lavoro, altre dai miei interessi, altre sono state casuali.
Ho cercato di variare i generi, di leggere autori e libri classici oltre a concedermi qualche grande successo degli ultimi anni. Nella maggior parte dei casi sono stata letteralmente travolta. 
Comunque ecco a voi, qui di seguito la lista completa dei miei libri del 2018, a ogni voce ho aggiunto un commento augurandomi che possa tornarvi utile. 
Fatemi sapere cosa ne pensate e ditemi la vostra, spero di potervi incuriosire e soprattutto spero che i lettori aumentino sempre di più. Abbiamo bisogno di creatività e immaginazione. 

1- I fiori sopra l’Inferno di Ilaria Tuti ha ottenuto un grande conseso. Tradotto in diverse lingue, si tratta di un thriller avvincente. Una scrittura interessante ma non è il genere che amo. Per gli amanti del brivido.

2- Gli anni del nostro incanto di Giuseppe Lupo un romanzo delicato, simile a una sceneggiatura per le immagini che ne escono nitide e poetiche. Una scrittura piacevole e una lettura semplice ma profonda. Per i romantici e gli amanti degli anni passati. 

3- Otto Montagne di Paolo Cognetti premio Strega 2017 meritato. Un genere molto particolare, per gli amanti della Montagna in primis e per i curiosi. Scrittura lineare e autobiografica.

4- Gli anni della Leggerezza di Elizabeth Jane Howard il primo della Saga dei Cazalet. Un'autrice tutta da scoprire. Un romanzo ben costruito, dialoghi, trama, tutto scorre come fosse la cosa più semplice del mondo creare una saga familiare con tanti protagonisti e intrecci. Uno stile dal quale apprendere. Per gli amanti delle saghe. 

5- Il diamante grande come il Ritz di Francis Scott Fitzgerald cosa dire? Fitzgerald, basta la parola.

6- Bar Sport di Stefano Benni  un classico contemporaneo. Divertente, diviso in racconti per chi ama letture poco impegnative e ben scritte. 

7- L’amica geniale di Elena Ferrante
8- Storia del nuovo cognome di Elena Ferrante
9- Storia di chi fugge e di chi resta di Elena Ferrante
10- Storia della bambina perduta di Elena Ferrante una quadrilogia assolutamente da non perdere. Tornata alla ribalta grazie alla versione televisiva (che a me è molto piaciuta) Elena Ferrante ti trascina in un mondo incredibile fatto di realtà e crudeltà, di sentimenti contrastanti, forti e difficili da gestire. Tanti personaggi girano attorno alle due protagoniste ma Lila ed Elena sono scritte in un modo incredibile. Nulla viene lasciato al caso. E' un'esplosione di emozioni attraverso la storia del nostro Paese, in un'epoca in cui alcuni non terminavano neanche la scuola elementare, insegna l'importanza dell'istruzione come riscatto sociale e unica via per cambiare la propria condizione. Uno stile unico, ricco di sfaccettature e sottintesi. Per tutti quelli che amano leggere. Nessuno escluso.

11- Anni Luce di Andrea Pomella un buon libro finito tra i 12 finalisti del Premio Strega 2018. Un libro per gli amanti della musica. Uno stile che non mi ha particolarmente sorpreso ma comunque una storia interessante. 

12- 10 minuti di Chiara Gamberale un libro da donna. Un esercizio sulla capacità di rinascere. Uno stile veloce e reso molto personale dalla lettura della stessa autrice nella versione audio. 

13- Da La Saga dei Cazalet "Il tempo dell’attesa" di  Elizabeth Jane Howard vedi punto 4. 

14- L'Arminuta di Donatella Di Pietrantonio libro scorrevole. Premiato al Campiello 2017 dalla Giuria dei Letterati, mi è piaciuto anche se non con particolare trasporto. Per i lettori appassionati di segreti familiari, dialetto, usanze e tradizioni. Per tutti quelli che possiedono un non non risolto e un rapporto complicato con la mamma.

15- Per lanciarsi nelle Stelle di Chiara Parenti lo definisco un libro "facile", della serie da leggere sotto l'ombrellone. Non ha la pretesa di apparire un libro diverso da quello che titolo e trama ti promettono. Questa sua coerenza è un punto a suo favore. 

16- Tutta la vita che vuoi di Enrico Galiano una piacevole sopresa. Ho inziato a leggerlo convinta che si trattasse di un romanzetto, come tanti altri. Si rivelato un romanzo, nel senso più serio del termine. Una trama ben costruita con personaggi molto interessanti e ben sviscerati. Mi è piaciuto molto. L'autore inoltre è un'insegnante che scrive romanzi durante le pause estive. Un ottimo prodotto narrativo, consigliato a chi è in cerca di nuovi autori e di storie on the road. 

17- La bambola cieca di Giorgio Scerbanenco, finalmente mi viene da commentare. Nel senso che sono riuscita a leggere uno dei padri del giallo italiano. Uno scrittore eccelso se si pensa che il suo modo di scrivere risale a moltissimi anni fa. Personaggi da nome in inglese che rendono internazionale un prodotto interamente italiano. Una figura autorale di altri tempi tutta da scoprire. Da leggere assolutamente per chi ama i polizieschi e gialli. 

18- Il quiddich attraverso i secoli di JKRowling . L'autrice nota per la saga di Harry Potter è una certezza. Questo libro racconta in forma enciclopedica uno sport frutto della fantasia della Rowling che ha davvero inventato un mondo. Lettura obbligata per tutti i Potteriani, non per i babbani.

19- Il piccolo libraio di Archangelsk di Georges Simenon grande autore di noir. Ben scritto e ben strutturato. Vietata la lettura a persone con istinto suicida o di indole depressiva.

20- Pastorale Americana di Philip Roth Felice di essere riuscita a leggere questo importante classico della letteratura americana e mondiale. Un capolavoro. Trama difficile, non adatta a tutti i gusti. A tratti ostica e pesante tuttavia lo stile è talmente elevato da lasciare senza fiato. Ci sono tratti di monologo del personaggio di un'eleganza e raffinatezza da congelare il giudizio su qualsiasi altra parte del testo che possa risultare meno convincente. Trama articolata e di estrema originalità. Consigliato a chi ama leggere. Roth è un gigante. Il libro è decisamente supuriore al film.

21- La Strada Kerouac di Cormac McCarthy da finire Su questo sospendo il giudizio in quanto non lo ho ancora terminato... tuttavia questo è indicativo. Molto classico, forse troppo, al punto che per me a tratti risulta lento.

22- La Sovrana Lettrice di Alan Bennett. Divertente, leggero, spensierato. Un libro per chi ama trovare il lato divertente e umano anche laddove l'etichetta impone serietà. Un ritratto fantastico e coinvolgente di sua maestà. Nella versione audio la narrazione è affidata a Paola Cortellesi. Consigliato a chi vuole trascorrere qualche ora con sua Maestà la Regina, per una volta fuori dagli schemi.

23- Eleonoir Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman Bello e sorprendente. Uno stile asciutto ma ironico che molto mi ha ricordato la scrittura di Rachel Joyce autrice dell'Imprevedibile Viaggio di Harold Fry. Una scozzese e l'altra inglese. Entrambe partono da una storia di ordinaria quotidianità per poi assumere toni a metà tra il fantastico e il borderline. I personaggi sono unici e "strani" ma sinceri ed è questa sincerità che traspare nella scrittura e ti trascina in un mondo di sentimenti puri. Consigliato ai romantici e a chi ama la letteratura inglese e scozzese.

24- La ragazza del treno di Paula Hawkins Non leggo mai i libri che diventano Best Seller quando escono. Aspetto sempre un po' di tempo per evitare condizionalmenti nel giudizio e congelare le aspettative consentendo al mio parere di dimostrarsi il più possibile oggettivo e scevro da commenti già sentiti. Consigliato agli amanti dei romanzi thriller.

25- Una Stanza tutta per sè di Virginia Woolf Cosa dire? Una scrittrice come Virginia Woolf non ha bisogno di essere consigliata. Un libro targato 1929 di un'attualità sconvolgente. Da leggere senza se e senza ma. Consigliato a ogni categoria di lettore, uomo e donna.

26- Le assaggiatrici di Rosella Postorino Molto interessante sia dal punto di vista storico, finalmente uno sguardo diverso a un periodo storico estremamente inflazionato sia nella storiografia che nella narrativa; e dal punto di vista narrativo, una trama originale che sicuramente troverà un adattamento cinematografico all'altezza. Brava l'autrice che partendo da una storia vera è riuscita a rendere giustizia a una figura storica sconosciuta nei libri e invece di estremo interesse socioculturale. E' il vincitore del Premio Campiello 2018.  Per gli amanti dei libri storici e dei romanzi.

27- Romanzo di Claudio Gargioli questo è inedito e quindi.. non posso fare anticipazioni.

28- Il cane che parla di Giorgio Scerbanenco vedi commento al libro 17. Anche questa storia è molto ben congeniata anche se tra le due ho preferito la Bambola cieca. 

29- Mortina di Barbara Catini Davvero una bella scoperta! Si tratta di libri per ragazzi e Mortina è un personaggio nuovo in un panorama fitto di protagonisti magici. E' una bambina cadavere stile Tim Burton ma tutta made in Italy. La sua autrice merita lodi. Al momento tre storie (guarda punto 49 e 50). Tutte molto divertenti. La mia preferita è la prima: Mortina... che i distratti chiamano Martina. Buona lettura a chi ama il genere fantastico e dark.

30- Animali Fantastici di Joanne Kathleen Rowling Di JKRowling si sa tutto e anche sopra ho già detto la mia. Nulla da aggiungere dunque se non il fatto che più di un libro si tratta di una vera e propria catalogazione degli Animali Fantastici. Necessaria per chi vuole tuffarsi nel mondo di Harry Potter e seguire le versioni cinematografiche della saga.

31- Il dono di saper vivere di Tommaso Pincio un libro che mi ha lasciato poco, evidentemente non mi ha colpito. 

32- Io e Te di Niccolò Ammaniti , di questo romanzo quello che colpisce è il carattere teatrale dell'opera. Trama originale. Personaggi realistici e un periodo della vita che tutti ritroveranno nella difficoltà di affrontare la vita, di sentirsi accettati e amati. Consigliato a chi ama le storie di formazione.

33- Il calcio secondo Pasolini di Valerio Curcio Un ritratto inedito di uno dei più grandi scrittori del '900. Non solo un grande narratore ma anche un amante dello sport più bello del mondo. Consigliato a chi ama il cinema, i libri e il calcio.

34- Dove Nasce il Vento, vita di Nellie Bly di Nicola Attadio La storia di una donna incredibile, salvata dal giornalista d'inchiesta quando era davvero giornalismo. Una firma che qualsiasi giornalista dovrebbe conoscere. La prima donna a fare il giro del mondo alla fine dell' '800 quando le distanze erano infinite e le donne erano costrette a rimanere a casa. Ha scardinato ogni schema e ha reso possibile tutto quello che per una donna all'epoca non lo era. Consigliato a chi vuole un'inizione di coraggio, a chi pensa che a volte non si possa fare e sta per accontanare un sogno.

35- La rabbia e l’orgoglio di Oriana Fallaci Un libro che ha sollevato un gran numero di polemiche nel 2001 quando è uscito a sostenere la tesi di un Occidente che rischia l'invasione dei Musulmani. Posizione discutibile ma Oriana Fallaci non scrive nulla a casaccio, argomenta ognuna delle sue tesi e si può essere o meno d'accordo con lei ma una cosa è certa: Oriana Fallaci è una tosta, una giornalista competente, che ha viaggiato, ha studiato e non dice mail nulla a caso. Ci manca. Un libro per chi prima di prendere una posizione ascolta tutte le campane.

36- Manuale per Ragazze Rivoluzionarie di Giulia Blasi Consigliato a tutte le ragazze che vogliono fare la rivoluzione. Un manuale che spiega per filo e per segno cosa significa essere femministe, quanto lo si è e come lo si diventa. Per quale motivo lottare e da cosa inziare... ci sono piccole azioni che servono a educare il mondo che ci circonda. Forse non assisteremo alla rivoluzione, perchè è lenta e ci vogliono anni e anni ma il nostro sforzo farà si che la rivoluzioni non si fermi. Un bel libro sulle cui considerazioni riflettere.

37- Senza mai arrivare in cima di Paolo Cognetti  Di Cognetti ho già detto prima eppure il fatto che abbia letto anche il suo ultimo romanzo mi costringe ad apportare una correzione alla nota precedente del punto 3. Paolo Cognetti ha il potere di portarti in viaggi ad alta quota anche se la montagna non è la vostra passione, quei monti sono a vostra portata con i suoi romanzi.

38- Freddy Mercury. BioRock di Tommaso Labranca  Dopo il film Bohemian Rhapsody mi è venuta voglia di conoscere più da vicino Freddy Mercury. Una Bio Rock davvero interessante. Certo non è approfondita e non ha molti spunti inediti ma è un'infarinatura più che sufficiente per chi vuole conoscere l'idolo dei Queen. Consigliato agli amanti della musica.

39- C’era una volta il silenzio: e altre Davide Boosta Di Leo Ecco su questo ho da dire due parole. La prima è che si tratta di un'iniziativa lodevole, non ci sono mai abbastanza favole al giorno di oggi. La seonda è che se uno è bravino a far canzoni, forse è il caso che prosegua in quello non è necessario scrivere favole soprattutto se inconcludenti. Da leggere se avanza tempo.

40- Il Procuratore di Andrea Vitali Lui è una garanzia. Uno spaccato come sempre di provincia, scritto bene, con una storia dalla trama ottimamente costruita e arricchita da battute ironiche e divertenti. Un romanzo piacevole consigliato a tutti.

41- High & Dry di Banana Yoshimoto Altra autrice che da tempo volevo leggere. Storie semplici nutrite di cultura orientale ossia di magia e di filosofia. Una piccola seduta di yoga narrativo per tutti quelli che vogliono sentirsi in pace con il mondo. Questo libro in particolare ha una trama a tratti al limite della credibilità eppure nel momento in cui senti di non poterti affidare alla storia l'autrice pare sentirlo. Ti prende per mano e ti trascina con lei in un mondo come a dirti che "si può fare".

42- Come fermare il tempo Matt Haig Questo romanzo mi sento di dire che è stata la vera sorpresa dei libri che ho letto. Non conoscevo l'autore e ho scelto il libro dalla trama. Una storia travolgente per chi ama i salti nel tempo, per chi crede nelle reincarnazioni, nella vita che può ripetersi, nell'amore che può rincorrersi, nelle chances che bisogna sapere aspettare. Un romanzo che ti prende al cuore. Consigliato a chi ama leggere e crede nelle favole.

43- Ci piaceva giocare a calcio di Eraldo Pecci Divertente, storie di un calciatore che sembra essere vissuto un secolo fa e invece erano solo gli anni 80 quando il calcio era meraviglia, fatto di campetti parrocchiali, di maglie da lavare a fine gara, di trasferte in pulman, di doppi lavori e di tanto altro. Tutto quello che il calcio era e non è più. Un libro per i nostalgici del calcio.

44- Lessico Famigliare di Natalia Ginzburg Un classico che va letto assolutamente. Vincitore del Premio Strega nel 1963, racconta la vita di una delle donne italiane più importanti del Novecento italiano attraverso il lessico familiare, la guerra mondiale. Un finale che mi ha un po' spiazzato. Consigliato a tutti gli amanti della narrativa contemporanea.

45- L’abito di piume di Banana Yoshimoto Dell' autrice ho già detto al punto 41. Questo libro ha una trama delicata e molto introspettiva. Una ragazza abbandonata dall'amante torna al suo paese e riscopre una serie di luoghi e di affetti che le daranno la forza di ricominciare. Dedicato a chi crede e vuole un nuovo inizio.

46- Il Natale è un’altra storia di Axl Hildebrand Questa è un'esclusiva audible e un po' mi ha fregato. Nel senso che non è proprio un libro è la messa in scena di una recita moderna sul tema del Natale. Uno spunto interessante per chi volesse trovare idee originali sulle rappresentazioni natalizie.
 
47- Mary Poppins Pamela Travers Chi di voi ha letto Mary Poppins? L'abbiamo vista tutti interpretata da Julie Andrews ma chi di noi ha letto uno delle più importanti favole della nostra infanzia? Detto fatto, era giunto il momento di conoscere Mary così come Pamela Travers l'aveva immaginata. Sono rimasta di stucco. Il romanzo con il film c'entra veramente poco. Mary è fantastica ma devo riconoscere alla versione cinematografica di aver fatto un lavoro addirittura migliore.

48- Pippi Calzelunghe di Astrid Lindgren Altro classico da leggere. In questo caso gli episodi sono molto simili alla produzione tv che tutti noi da bambini abbiamo visto. Il volto della Pippi Calzelunghe s'identifica perfettamente con quello dell'attrice svedese Inger Nilsson. Una bimba indisciplinata e fortissima che vive con una scimmietta e un cavallo, con una premessa del genere inevitabile è il successo. Di recente ho sentito dire che Pippi Calzelunghe è diseducativo, il mio consiglio è di leggere Pippi Calzelunghe, di farlo insieme ai propri bambini e scopriranno che una storia con un grande potere di persuasione. Volto ai piccoli che vorrebbero essere grandi e rivolto ai grandi ceh vorrebbero tornare piccoli.

49- Mortina e l’amico fantasma di Barbara Cantini
50- Mortina e l’odioso cugino di Barbara Catini  di Mortina ho già detto al punto 29. Una novità editoriale davvero interessante da tenere sotto osservazione. Gle episodi l'amico fantasma e l'odioso cugino sono molto simpatici.
51- Notti Bianche di Fedor Dostoevskij Di Dostoevskij si può forse dire male? Siamo seri, non è possibile. Bella la trama e la scrittura. Certo stiamo parlando di un'opera del 1848 e colpisce proprio per questo, a distanza di un secolo e mezzo mantiene integro il suo fascino. 

E per il 2019? Ho iniziato Luce d'Agosto di Faulkner e ho ricevuto i libri della scrittrice Noel Streatfeild la scrittrice delle Scarpette da ballo, Scarpette da teatro, Scarpette da pattinaggio e Scarpette da Circo. E poi ho l'utima versione di Piccole Donne e Riunione di Famiglia di Francesca Hornak. Se il buongiorno si vede dal mattino... ma questo è un altro post!


20 dicembre 2018

Parliamo di persone: Elio Santosuosso e la sua pizza.


Elio Santosuosso in uno scatto di Francesco Torrice 

Sapete che amo raccontare le persone e le storie. Elio Santosuosso è una bella persona e non solo è un ottimo pizzaiolo.
Se volete saperne di più leggete il mio pezzo su FoodConfidential.it vi lascio il link e fatemi sapere cosa ne pensate. Buona lettura:


https://www.foodconfidential.it/pizza/elio-santosuosso-pizza-e-futuro-di-un-ragazzo-di-agropoli/?fbclid=IwAR3bBAO-zoPTTFiY44uId4nsi1b_9gEALSe6bxQdzUBYo09k9W-xZ2qP_Zo

21 novembre 2018

28 luglio 2018 : Roma dorme, fate silenzio


Nel tragitto dal lavoro a casa oggi tutto sembrava essere addormentato. Tutto tranne le persiane dei palazzi del centro, spalancate spavalde sul buio senza temerlo e fiere incontro alla luce che le invaderà all’alba. 
Non un macchina. Non un gruppo di ragazzi chiassosi lungo le strade, dentro le piazze, fuori da un bar. Roma dorme. E mentre l’attraverso in sella alla mia vespa bianca, sento nel naso il profumo dell’estate. Avete presente quel profumo che mischia l’umidità ai pini? Quello che a sentirlo bene ti scuote l’ormone e t’invita a fare sesso? Eh, si è il profumo dell’Estate. Quello che ci rende di nuovo più vicino agli animali.
Quello che si respira e ti entra nelle ossa. Salgo la salita di via Dandolo, mentre una luna a fetta di limone con l’aureola, sembra avvicinarsi e diventare più grande. Scivolo davanti al bar illuminato quello dei ragazzi delle notti d’estate, di loro non c’è ancora traccia.
Qualcuno ammira il Cupolone da dentro una macchina parcheggiata con furbizia oppure dal muretto, dove si è arrampicato orgoglioso. L’appartamento del gatto che guarda fuori dalla finestra, questa sera è tutto illuminato. Roma dorme ma lui no. Lui sembra aspettare qualcosa che deve tornare da lontano oppure semplicemente al suo posto.
Il mio pensiero oggi arriva a L. e D. Due ragazzini conosciuti appena un’estate fa e che oggi sono diventati genitori. Loro che, esattamente 9 mesi fa, non facevano che discutere in un’estate calda dove essere ragazzi senza pensieri sembrava la migliore delle soluzioni. Devono aver concepito il figlio in una di quelle notti di litigi e afa. Di progetti non corrisposti, di desideri distanti. La vita. C’è qualcosa di più bello che due esseri umani possano realizzare?
Ed e mentre penso a loro che capisco una cosa: Roma non sta a dormì. Roma sta a ffa’ l’amore. Roma sta a ffa’ all’amore con un sogno. Se lo sta godendo tutto, in silenzio. Muta. Come si contemplano le cose serie. Quelle che nella vita capitano una volta sola, se sei fortunato due.
Roma stanotte non sta a dormì, sta a ffa’ l’amore mentre i palazzi guardano, come a controllare che nessuno disturbi.
Buonanotte gente e lasciatela fa’ almeno fino a domani.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...